Quanti sono i reati in Italia? 1,8 milioni e in aumento

di Sara Maddaloni, 5 dicembre 2023

In un anno in Italia si è registrato un aumento di 100 mila reati. A dirlo è il Servizio Analisi Criminale del ministero degli Interni.

Il 2021 ha visto una leggera ripresa dei reati, che rispetto al 2020 sono passati da 1,7 milioni a 1,8 milioni. Rispetto al 2019 i reati sono comunque in calo del 12,6%.

Come è variato il trend di reati e di omicidi negli ultimi anni?

Diversamente dai reati comuni, come dimostra l’analisi effettuata dal Ministero dell’Interno, nell'ultimo anno si sono consumati sempre meno omicidi. Nel 2021 sono state uccise 289 persone, 4 in più rispetto al 2020, ma 25 in meno rispetto al 2019. Nel 1990 erano 3.012, 10 volte in più rispetto a oggi. La metà (144) sono state uccise nell'ambito affettivo. Presentano un andamento analogo anche gli omicidi con vittime di sesso femminile che nel 2021 sono stati pari a 106.

Quanti reati commette in media ogni detenuto?

Un altro dato interessante è quello riguardante le condizioni di detenzione presentato nel XVIII rapporto di Antigone. Per analizzare tale rapporto è, però, necessario considerare che il totale dei reati è molto maggiore rispetto alla popolazione delle carceri poiché i detenuti possono aver commesso più di un reato e sono quindi inseriti in ogni categoria corrispondente a ogni reato commesso.

Osservando il numero delle persone detenute al 31 dicembre 2021 e il numero di reati commessi troviamo una media di 2,37 reati per detenuto. Al 31 dicembre 2008 il numero di reati per detenuto era di 1,97. I reati più presenti sono quelli contro il patrimonio (31 mila), quelli contro la persona (23mila) e le violazioni della normativa sulla droga (19 mila). Seguono a una distanza significativa violazioni della normativa sulle armi (9.249), reati contro la pubblica amministrazione (8.685), di stampo mafioso ex 416 bis (7.274) e contro l’amministrazione della giustizia (6.471).

Quanti sono i detenuti in Italia?

 

I dati del rapporto riportano che il totale dei detenuti presenti nelle carceri italiane, drasticamente sceso durante il primo anno della pandemia, è tornato a crescere. Si è passati dalle 53.364 presenze della fine del 2020 alle 54.609 di marzo 2022. Le donne lo scorso anno erano 2.276, il 4,2% dei presenti.

 

Quanti sono i detenuti stranieri?

Guardando al tasso di detenzione degli stranieri, è possibile notare come questo si sia più che dimezzato negli ultimi 14 anni. A marzo 2022, infatti, del totale dei detenuti nelle carceri, gli stranieri erano 17.104, il 31,3% dei presenti. Le donne straniere detenute in Italia erano 727 su un totale di 17.104 detenuti non italiani, rappresentavano così il 4,3% dei detenuti stranieri. La maggior parte dei detenuti stranieri reclusi negli istituti penitenziari italiani ha nazionalità marocchina (19,9%). Vi è poi la rumena (11,9%), l’albanese (10,7%), la tunisina (10,2%) e la nigeriana (7,5%). Per quanto riguarda le donne quasi tutte hanno cittadinanza marocchina.

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook, Instagram o Twitter, sostieni Documentazione.info .

Conosci il nostro servizio di Whatsapp e Telegram? Puoi trovarci anche su Spotify e Tik Tok.